Contributi per eliminazione delle barriere architettoniche. Legge Regionale 16/2007

La Legge Regionale 12 luglio 2007, n. 16 “Disposizioni generali in materia di eliminazione delle barriere architettoniche” entrata in vigore il 31.03.2007, che ha abrogato la precedente L.R. n. 41/93, promuove iniziative ed interventi atti a garantire la fruibilità degli edifici pubblici, privati e degli spazi aperti al pubblico da parte delle persone con disabilità attraverso il finanziamento di interventi volti:

1.      alla realizzazione di opere intese a rendere fruibili gli edifici e spazi privati aperti al pubblico (art. 12);
2.      alla realizzazione di opere intese a rendere fruibili gli edifici privati di civile abitazione (art. 13);
3.      all’acquisto di facilitatori di vita di relazione (art. 14);
4.     all’adattamento dei mezzi di locomozione privati (art.16). 

Al fine di raggiungere i suddetti obiettivi, l’art. 17 della Legge Regionale 16/2007 dispone che la Giunta Regionale, per ogni esercizio finanziario del proprio bilancio, adotti il piano annuale di intervento per l’eliminazione delle barriere architettoniche specificando:
a) l’ammontare complessivo dei fondi resi disponibili;
b) i criteri di ripartizione di detti fondi;
c) le priorità d’intervento;
d) i criteri e le modalità per la concessione dei contributi. 

Come si utilizza

Si accede presentando domanda su apposito stampato al Comune nel cui territorio l’immobile è ubicato, con l’indicazione delle opere da realizzare e dei beni da acquistare, nonché della relativa spesa.

Alla domanda va applicata la marca da bollo da Euro 16,00. 

Ufficio di competenza

Documenti da presentare

La documentazione da allegare obbligatoriamente alla domanda di contributo, varia a seconda del tipo di intervento effettuato ed è specificata nello stampato della domanda

MODULISTICA 

Icona file Stampato domanda contributo L.R. 16/2007
 

Data ultima modifica: 06-12-2018

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto